INFORMATIVA PRIVACY E COOKIES

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella sezione dedicata Privacy e Cookies.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

ORO E ARGENTO 

La foglia d’oro deriva dalla riduzione di spessore di una certa quantità di oro in modo tale da renderlo flessibile e poterlo applicare su diverse superfici.

Le caratteristiche della foglia d’oro sono:

TITOLO

E’ espresso in carati (kt) o in millesimi. Ad esempio, l’oro puro è a 24 carati a titolo 1000/1000, cioè su 1000 grammi di metallo 1000 sono di oro puro o fino.

L’oro giallo carati (kt) 22 ha un titolo di 916/1000, il che significa che su 1000 grammi di metallo 916 sono di oro puro e la differenza (84/1000) sono di lega di argento o rame.

FORMATO DELLA FOGLIA

I formati principali sono tre: 80x80 mm, 90x90 mm

In altre nazioni si utilizzano dimensioni diverse: 85x85 mm in Messico, 86x86 mm negli U.S.A., 93x93 mm in Svizzera, 82,5x82,5 mm in Inghilterra.

SPESSORE DELLA FOGLIA

I vari formati della foglia possono essere preparati con spessori diversi che vanno dallo spessore standard detto “doppio” a spessori via via crescenti indicati da numeri come 14, 16, 18 ...32 dove il numero indica il peso in grammi di 1000 fogli.

Lo spessore standard è quello abitualmente impiegato per la doratura o restauro di oggetti che si trovano posti al riparo dagli agenti atmosferici (cornici, mobili, soffitti interni, ecc.). Per dorature in esterno, soggette quindi a pioggia o neve, è consigliabile usare uno spessore maggiore, meglio resistente nel tempo.

CONFEZIONE DELLA FOGLIA

L’oro viene confezionato in libretti da 25 fogli ciascuno.

L’oro può essere confezionato libero o a decalcomania.

La foglia libera viene usata di solito per le dorature a guazzo, mentre quella a decalcomania viene usata principalmente per la doratura a missione, oppure per lavori esterni quali la doratura di iscrizioni su lapidi, su monumenti o su superfici esterne di cupole, ecc.

LA FOGLIA D’ARGENTO

L’argento generalmente prodotto in foglia è a titolo 1000/1000.

Per quanto riguarda lo spessore è consigliabile usare spessori sottili per superfici molto lavorate affinché penetrino meglio negli interstizi, mentre per superfici piane è consigliabile uno spessore maggiore e ancora maggiore per i vetri di Murano o per gli smalti soggetti a temperature molto alte.

Anche per l’argento la quotazione viene effettuata a libretto da 25 fogli.

Compara 0

No products

To be determined Shipping
0,00 € Totale

Procedi con l'ordine